Turismo e Cultura - sab, 11 apr 2015

Presidente Raffaele Cattaneo e Consigliere Segretario Daniela Maroni a convegno sulla contraffazione alimentare

Compito delle istituzioni a ogni livello è quello di lavorare per salvaguardare i marchi italiani e lombardi a partire dalla normativa europea, garantendo un continuo scambio di informazioni e migliori pratiche a livello comunitario e mondiale: in particolare dobbiamo continuare anche in ambito legislativo a perfezionare il principio della tracciabilità e dell’etichettatura a garanzia della qualità dei prodotti e per la sicurezza dei consumatori”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo aprendo questa mattina il convegno organizzato in collaborazione con il Lions Clubs International intitolato “Focus contraffazione alimentareall’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli.
Il Presidente Cattaneo ha sottolineato anche alcuni dati sulla contraffazione, la falsificazione e l’imitazione dei prodotti alimentari Made in Italy precisando che nel mondo la contraffazione alimentare ha superato il fatturato di 60 miliardi di euro e costa al nostro Paese 300mila posti di lavoro.

Nel corso dei lavori è intervenuta anche Daniela Maroni, Consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza e tra i principali promotori dell’iniziativa:“Il fenomeno della contraffazione alimentare non rappresenta solo una perdita economica, ma anche l’esplosione di una concorrenza sleale che lede anche l’immagine del nostro Paese e dei nostri prodotti tipici, con risvolti sulla nostra industria alimentare e le forze di lavoro impiegate –ha detto Daniela Maroni-. All'estero si parla infatti di tre falsi prodotti alimentari di tipo italiano su quattro e questo fenomeno sta frenando la diffusione del Made in Italy.La contraffazione alimentare è un reato penale perseguito dalla legge e dobbiamo utilizzare ogni strumento possibile per combatterla!”.  Il convegno ha affrontato numerose tematiche direttamente collegate al tema centrale di Expo 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, dalla malnutrizione nel mondo alla sicurezza alimentare, dall’impatto dei cambiamenti climatici sulla produzione di cibo alla qualità dell’acqua, dalla biodiversità alla conoscenza della terra mediante le osservazioni spaziali. Sono intervenuti tra gli altri il meteorologo Mario Giuliacci, il fisico Vittorio De Cosmo già responsabile dell’Osservazione della Terra dell’Agenzia Spaziale Italiana, il presidente del CNR Luigi Nicolais, professori e docenti universitari, medici e ricercatori in ambito sanitario, specialisti ed esperti lionistici. 
Moderatori del convegno il giornalista Sandro Neri e il Governatore distrettuale Lions Cesara Pasini.

(biass)