Economia - mar, 09 giu 2015

Da ottobre al via la sperimentazione del reddito di cittadinanza lombardo

 

Al via la sperimentazione del reddito di cittadinanza in Lombardia per contrastare povertà ed esclusione sociale per quanti vivono in difficoltà economica. L’annuncio è stato dato oggi dal Presidente Roberto Maroni in una comunicazione svolta durante la seduta di Consiglio regionale.  La sperimentazione partirà ad ottobre e coprirà gli ultimi tre mesi del 2015.
Le risorse  destinate sono 50 milioni e verranno inserite nella legge di Assestamento di Bilancio che andrà in approvazione alla fine di luglio.  
Si tratta- ha spiegato il Presidente Maroni – di un complesso di misure che si aggiungeranno alle risorse del Fondo sociale europeo. Un intervento che non è una tantum ma che sarà strutturale. Dal 2016, infatti, oltre ai 227 milioni del Fondo sociale europeo la Regione metterà con risorse proprie 200 milioni. 
Il Presidente della Regione ha poi affermato che  la gestione di queste iniziative va ispirato al principio di sussidiarietà con il coinvolgimento soprattutto dei sindaci e del mondo del volontariato.
Al termine della comunicazione del Presidente della Regione è seguito un dibattito in Aula nel corso del quale sono intervenuti i capigruppo di tutti i partiti.