Ambiente e Territorio - ven, 10 apr 2015

100 tappe, il Consiglio in Valchiavenna

La crescente fragilità sociale legata ai problemi occupazionali della valle, le problematiche dei lavoratori frontalieri, i rischi connessi al dissesto idrogeologico, il recupero edilizio e dei centri storici, il miglioramento dei trasporti e dei collegamenti in particolare la ferrovia Colico-Chiavenna e la strettoia di Novate Mezzola, la valorizzazione degli impianti di risalita e della SkiArea di Madesimo, la bonifica dell'area ex Falck di Novate Mezzola, la necessità di potenziare le scuole professionali e nuove politiche finalizzate a fare in modo che lo sfruttamento delle risorse idroelettriche abbia ricadute positive anche per il territorio. Sono questi i temi principali affrontati questa mattina dalla delegazione del Consiglio regionale guidata dal Presidente Raffaele Cattaneo e composta dal Consigliere Segretario Eugenio Casalino e dal Sottosegretario Ugo Parolo, ai quali si è aggiunto nel pomeriggio il Consigliere Luca Gaffuri. La delegazione è stata accolta in Municipio a Chiavenna dal sindaco Luca Della Bitta. 
"Il Consiglio regionale vuole garantire in via sperimentale una forma speciale di autonomia alla provincia di Sondrio e alla Val Chiavenna, l'obiettivo e' di assicurare quanto prima un seguito concreto a questo impegno -ha detto il presidente Raffaele Cattaneo-. Questo territorio va difeso e tutelato nelle sue specificità che sono forza e condizioni indispensabili per la tenuta del suo tessuto economico e sociale. Sarà fondamentale qualificare le scuole professionali e la formazione per mantenere in valle risorse umane di eccellenza, consapevoli che qui in particolare il settore idroelettrico costituisce un comparto di importanza strategica. Anche il turismo rappresenta una opportunità che deve essere sostenuta e potenziata per favorire lo sviluppo e la crescita economica della valle, e come istituzione ci faremo carico di lavorare per evitare il rischio di un isolamento del territorio chiavennasco. Alcune delle realtà che abbiamo visitato oggi ci fanno ben sperare e dimostrano come questo territorio ha grandi potenzialità di investimento e continua a presentare esempi di eccellenza internazionale in campo produttivo".

All'incontro erano presenti i sindaci di Chiavenna, Campodolcino, Gordona, Madesimo, Menarola, Mese, Novate Mezzola, Piuro, Prata Camportaccio, Samolaco, Verceia e Villa di Chiavenna. In particolare il sindaco e Presidente della Provincia Luca Della Bitta ha sottolineato la necessità di garantire un futuro alla Comunità Montana, il cui ruolo di coordinamento e' essenziale per l'intera valle, e l'urgenza di riconoscere una specifica autonomia alla provincia di Sondrio anche alla luce della sua particolare posizione geografica.
"Condivido la necessità di garantire alla provincia di Sondrio e alla Val Chiavenna una particolare forma di autonomia e maggiori risorse -ha detto il Consigliere Segretario Eugenio Casalino-. In particolare ho voluto cogliere l'occasione della visita in Val Chiavenna per affrontare le problematiche del recupero e della bonifica dell'area ex Falck di Novate Mezzola, che presenta alcune criticità da approfondire".
L'iniziativa 100 tappe, il viaggio di ascolto e lavoro del Consiglio regionale attraverso il territorio lombardo, ha toccato oggi la Val Chiavenna, con l’obiettivo di fare il punto su problemi e situazioni locali. Per tutta la giornata la delegazione del Consiglio regionale ha tenuto una serie di incontri con cittadini e istituzioni e visitato alcune realtà simbolo del tessuto economico e sociale chiavennasco: a Chiavenna, dopo l'incontro con i sindaci, ha fatto seguito la visita a Palazzo Vertemate, splendido edificio di forte valenza storica e artistica della valle. La delegazione ha quindi fatto tappa a Madesimo alla Skiarea svolgendo un sopralluogo in prossimità degli impianti di risalita. Nel pomeriggio visita alla FIC di Mese, azienda leader negli impianti di produzione e scambio termico, e a Samolaco alla cooperativa sociale La Tremenda.  Sopralluogo finale al sito ex Falck di Novate Mezzola, insieme al sindaco Mariuccia Copes e al locale comitato. La giornata si concluderà in serata a Chiavenna presso la sede della Comunità Montana con un focus group che coinvolgerà cittadini e amministratori locali.
 
(biass)